CIASPOLE

SELEZIONA LE STELLE , E DA' IL TUO VOTO !

Anche tu nel CLUB ?

Novità e contenuti in anteprima.

Subito un Ebook FREE per te!

Ciaspole

Esplorare la Montagna è sempre un’esperienza entusiasmante.

Oltre ad essere un’attività salutare per corpo e spirito. 😉

Poterlo fare anche d’inverno è un’opportunità unica.

In particolare con le ciaspole, galleggiando su un manto nevoso in zone incontaminate.

L’utilizzo delle ciaspole è un’attività che sta crescendo vertiginosamente.

Sta appassionando molte persone, e chi l’ha già provato capisce bene il perché.

Se tu non sei fra questi, beh… è giunto il momento di esserlo.

Credimi, ti appassionerai velocemente!

Proverai delle emozioni indescrivibili, percorrendo sentieri innevati sia da solo che con la tua famiglia.

Potrai farlo addirittura con i tuoi bambini, scegliendo ovviamente un percorso adeguato.

Ti fornirò tutte le informazioni che ti servono per praticare da esperto questa bellissima attività.

Lo faremo assieme passo-passo andando ad analizzare:

  1. Cosa sono le ciaspole

  2. Come scegliere le ciaspsole

  3. Come si usano le ciaspole

  4. E i Bastoncini ?

  5. Abbigliamento adeguato

  6. Accessori utili

CIASPOLE

Tutto quello che devi sapere, per diventare un esperto !

1

COSA SONO LE CIASPOLE

La ciaspola, chiamata anche racchetta da neve, è un accessorio, che fissato alle scarpe, ti permette di galleggiare sulla neve.

Evitando cioè di sprofondare, soprattutto se la neve è molto alta.

I primi modelli erano costituiti da un anello in legno, con intrecciata una corda, molto simili quindi ad una racchetta da tennis.

Ecco perché venivano chiamate anche racchette da neve.

Negli anni il prodotto si evoluto moltissimo, ma lo scoprirai durante la lettura.

Le racchette da neve, o ciaspole, sono uno strumento che consente di spostarsi agevolmente a piedi sulla neve fresca poiché aumenta la superficie calpestata e quindi anche il ‘galleggiamento’, tipicamente usate in attività di escursionismo su ambiente innevato (Fonte Wikipedia)

Ciaspole: cosa sono

2

COME SCEGLIERE

Troverai in commercio moltissimi modelli di ciaspole, realizzati da diversi produttori.

I brand più noti sono MSR, TSL, Tubbs, Baldas.

Ma vediamo come scegliere le tue nuove ciaspole.

Facciamo subito una prima distinzione fra ciaspole per:

  • Uomo

  • Donna

  • Bambino

Già cosi eliminiamo molti modelli, semplificando la tua scelta.

TAGLIA

La seconda scelta importante è la taglia.

Devi sapere che non esiste un metodo univoco che definisca le caratteristiche dimensionali di una ciaspola.

Alcuni brand indicano la dimensione, altri il peso che riesce a sorreggere senza sprofondare nelle neve, altri indicano la taglia del piede.

Ti vedo già preoccupato, con gli occhi sbarrati terrorizzato dalle difficoltà della scelta. 🙂

Tranquillo, ce la faremo, abbi fede.

A seconda del brand valuteremo quindi:

  • Peso

  • Dimensione

  • Taglia

Ciaspole: come scegliere

PESO

Se il modello che hai scelto indica il peso “trasportabile” ricordati che oltre al tuo devi aggiungere il peso di un eventuale zaino che indossi abitualmente durante le tue ciaspolate.

E’ importante conoscere quindi, anche se indicativamente, il tuo peso complessivo.

La scelta deve essere equilibrata perché una ciaspola con portata ridotta, avrà si un peso minore, ma correrai il rischio di ritrovarti con la neve fino alle ginocchia.

Ed uscirne sarà un casino! 🙂

Se scegli una ciaspola molto più grande di quella necessaria avrai si un ottimo galleggiamento ma, pesando di più si affaticheranno più velocemente i muscoli delle tue gambe.

DIMENSIONE

Molto spesso è indicata la dimensione della ciaspola.

I principali brand di ciaspole sono anglosassoni per cui troverai la dimensioni in inch ovvero pollici.

Un pollice equivale a circa cm 2,5: ti basterà quindi moltiplicare per 2,5 la dimensione in inch per comprendere la misura effettiva.

Se leggerai comunque i dettagli nelle caratteristiche tecniche generalmente, oltre alla dimensione, viene indicato anche:

  • il peso trasportabile 
  • il range di taglia del piede

A titolo di esempio, una ciaspola di 25 inch ( 64 cm), può trasportare fino a oltre 100 Kg.

Ecco alcuni modelli di qualità’ che ho selezionato per te, fra i quali poter scegliere.

E’ importante avere in una ciaspola alcuni elementi costruttivi come ramponi anteriori, ramponcini laterali ed attacchi con una buona resistenza all’usura.

Ne ho parlato anche nell’articolo “come scegliere le ciaspole“.

Spendere meno vorrebbe dire trovarsi improvvisamente “a piedi”!

TAGLIA

In questo caso è più semplice anche se una persona può avere un piede piccolo ma un peso interessante…quindi , ove indicato, valuta sempre anche il peso trasportabile.

Se devi invece scegliere le ciaspole per il tuo bambino. le cose cambiano leggermente.

Ciaspole: sentieri per ciaspolare

3

COME SI USANO LE CIASPOLE

Ho una buona notizia per te: camminare con le ciapsole è sicuramente alla tua portata! 😉

E’ più semplice di quello che credi, ti basterà un minimo di preparazione fisica.

Che migliorerà sensibilmente all’aumentare delle tue uscite sulla neve.

Ciaspolare sulla neve prevede uno sforzo muscolare maggiore rispetto alla normale camminata.

Oltre allo sforzo per spingere serve anche lo sforzo per togliere la ciaspola dalla neve.

Alla fine delle tue prime uscite avrai sicuramente dei piccoli dolori all’inguine, dovuto al maggiore sforzo per estrarre la ciaspola dalla neve, unito al peso proprio della ciaspola.

Quindi dei piccoli indolenzimenti iniziali ci stanno, ripagati però ampiamente dalle emozioni provate durante la ciaspolata. 😉

E’ importante scegliere il sentiero in base alla tua esperienza,  ed alle tue condizioni fisiche.

Scegli inizialmente percorsi semplici e pianeggianti, aumentando gradatamente il grado di difficoltà.

Lo so…lo so…lo stai già pensando…vorresti raggiungere subito il sentiero con la vetta più alta, per goderti il panorama. 😉

Rischi di ritrovarti a metà percorso, con le gambe doloranti ed il sole che sta tramontando.

E ti manca ancora il percorso di rientro.

Sicurezza e buon senso quindi: non dimenticarlo!

Per camminare sulla neve dovrai avere inoltre alcuni accorgimenti ovvero:

  • Scegli inizialmente percorsi semplici, pianeggianti o almeno con salite poco impegnative

  • Cammina con un passo ritmato, leggermente più lungo del solito

  • Mantieni i piedi leggermente più distanziati fra loro…maggiore stabilità…non si sovrappongono le ciaspole (danneggiamento ciaspole)

  • Attento a non calpestare con la punta della ciaspola posteriore la coda della ciaspola anteriore, rischiando di inciamparti, planando a testa in giù sulla neve! 🙂

  • Sulla neve profonda utilizza un falcata un po’ più ampia…ogni volta che appoggi inoltre il piede/ciaspola sul manto nevoso poni una leggera pressione prima di caricare il peso del tuo corpo

  • Fai attenzione ai sassi sotto la neve, per non scivolare e danneggiare inoltre i ramponi inferiori delle tue ciaspole

  • Non correre in discesa, almeno finché non raggiungi una certa esperienza e dimestichezza

  • Regola le tue forze, fai delle soste intermedie, ammira ciò che ti circonda, ascolta il silenzio

  • In discesa su neve fresca cerca di avere un passo leggero, utilizzando bene i bastoncini come sostegno

  • Per discese o salite impegnative procedi eventualmente a zig-zag.

4

BASTONCINI

Ritengo i bastoncini un accessorio indispensabile per camminare con le ciaspole.

Te lo dico per esperienza!

Anche se incontrerai “esperti” che non ne fanno uso, i bastoncini ti permettono di ottenere numerosi vantaggi:

  • Ti consentono una maggiore stabilità

  • Alleggeriscono parte del peso dalle tue gambe

  • Utilissimi sia in salita che in discesa

  • Utili nel “tastare” punti insicuri

  • Ti servono anche durante il percorso di avvicinamento, dove la neve è ancora bassa e procederai quindi senza le ciaspole, ma solo con gli scarponi

  • Un aiuto indispensabile per rialzarti, nel caso dovessi cadere sprofondando nelle neve particolarmente alta !!

Relativamente ai bastoncini per la ciaspolata desidero fornirti alcuni consigli:

  • Scegli assolutamente un bastoncino allungabile, e non fisso. Potrai così accorciarlo durante la salita, ma anche allungarlo durante la discesa.

  • Tieni le braccia leggermente distanziate dal tuo corpo per avere maggior stabilità

  • Durante la ciaspolata, quando appoggi il bastoncino sulla neve, una parte sprofonda nelle neve. Ti serve quindi una lunghezza maggiore rispetto a quando fai trekking in estate. Tienilo presente nella scelta della lunghezza dei tuoi bastoncini.

  • Scegli le rotelle per bastoncini con diametro sufficientemente ampio, per ridurre lo sprofondamento nella neve. Ad esempio un modello come questo.

Puoi approfondire ulteriormente le tue conoscenze sui bastoncini leggendo l’articolo dedicato ai Bastoncini per le Ciaspole.

Bastoncini per ciaspole

5

ABBIGLIAMENTO

Durante le tue uscite sulla neve, la scelta dell’abbigliamento è veramente importante.

Ne ho parlato in un precedente articolo “come vestirsi sulla neve”.

Non devi assolutamente rischiare di ritrovarti congelato durante il percorso, ma nemmeno eccessivamente accaldato o sudato.

Tieni presente questi importanti accorgimenti:

  • Utilizza abbigliamento intimo traspirante

  • Calzini lunghi, per mantenere caldo piede e polpaccio

  • Indossa scarponi alti invernali, idrorepellenti e traspiranti; troverai informazioni dettagliate nell’articolo “come scegliere le scarpe per le ciaspole

  • Pantaloni impermeabili, antivento ma leggeri, magari con cerniere laterali apribili per permettere la regolazione della temperatura delle gambe. Una soluzione che ho trovato utilissima!  Io mi trovo benissimo con questi pantaloni ma tu puoi fare la scelta che desideri

  • Non dimenticare le ghette, indispensabili per non far entrare la neve nello scarpone. Ne ho parlato in modo approfondito qui

  • Felpa primo strato con zip apribile per regolare secondo necessità la temperatura/sudorazione del tuo corpo

  • Giacca antivento Windstopper, possibilmente con cappuccio per ripararti da vento in quota, nevicate o spolverate di neve in caduta libera dagli alberi!

Ciaspolare: giacca anti-vento

  • Guanti, leggeri o pesanti a seconda delle condizioni climatiche

  • Berretto, meglio se con fascia interna morbida in pile per evitare pruriti alla fronte

  • Occhiali da sole con ottime lenti per proteggere i tuoi occhi dai raggi UV, particolarmente intensi in presenza di neve

  • Anche la scelta di un buon zaino è indispensabile, per avere con te tutto quello che ti serve

6

ACCESSORI

Alcuni accessori sono secondo me indispensabili, sicuramente utili.

Considera quindi di portare con te alcuni utili optional:

  • Kit ARVA antivalanga: composto da dispositivo di localizzazione, pala da neve e sonda può trasformarsi in un salvavita per te o per chi cammina al tuo fianco. Valuta seriamente di acquistarne uno e tenerlo sempre con te nello zaino. Ti potrebbe essere utile, se non salvarti la vita, quando meno te lo aspetti. Il pericolo valanga esiste, scegli il kit che preferisci, ma non speculare in questi casi.

  • Ti sei mai perso o hai rischiato di farlo? Camminare su sentieri innevati nasconde alcune insidie, come la segnalietica del sentiero nascosta dalla neve… ma anche il tuo cellulare che non ha campo.

  • Ritrovarti smarrito in mezzo ad un bosco innevato, senza nessun segnale evidente e con il tuo smartphone “non raggiungibile” non è un’esperienza invidiabile. Se non conosci il sentiero fatti accompagnare, o almeno studialo bene prima di partire. Ti consiglio inoltre di installare una APP per sentieri gratuita e utilizzabile anche senza collegamento internet. Scopri di più nell’articolo “app sentieri montagna

  • Tubo per borraccia: ti sembrerà una cavolata, ma è utilissimo (ecco un esempio).  Fissato alla spalla, è utilissimo per idratarti facilmente lungo la ciaspolata senza la necessita di fermarti ogni volta, piantare i bastoncini, togliere lo zaino, togliere i guanti…..

  • Cinghie per fissare saldamente le tue ciaspole allo zaino in posizione verticale

  • Laccio nuca per occhiali: se attraversi zone boschive innevate, con scarsa illuminazione, tenendo quindi gli occhiali da sole sulla fronte, è facile perderli, strisciando inavvertitamente su qualche ramo

Ciaspolare: Kit ARVA valanghe

Ora hai un sacco di informazioni e consigli per diventare un esperto di ciaspole.
Non aspettare!
Segui i consigli che ti ho dato, scegli il tuo primo percorso con le ciapsole…e via!
Credimi, sarà un’emozione.

Per qualsiasi dubbio o richiesta lascia un tuo commento qui sotto, oppure sulla pagina Facebook.

Ti risponderò volentieri!

BUONA CIASPOLATA !

Ciaspole_paesaggi

Anche tu nel CLUB ?

Novità e contenuti in anteprima.

Subito un Ebook FREE per te!
2018-09-30T21:16:53+00:00Gennaio 14th, 2018|attrezzatura, ciaspole, inverno|

About the Author:

Attratto dalla Montagna, amo esplorarla e conoscerla in solitudine. Ma anche assieme alla mia famiglia. Non sono una guida, e non voglio essere un esperto. Anche perché gli esperti hanno spesso la presunzione di non aver più nulla da imparare. Vivo a 830 m, nell'Altopiano dei Sette Comuni, in provincia di Vicenza. Blogger per passione, adoro gli U2, detesto gli arroganti e chi se la tira. "Scalare non serve a conquistare le montagne; le montagne restano immobili, siamo noi che dopo un'avventura non siamo più gli stessi." Royal Robbins

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anche tu nel CLUB ?

Novità e contenuti in anteprima.

Subito un EBOOK free per te!
close-link

Ami la MONTAGNA?

Entra anche tu nel CLUB!
Novità e contenuti esclusivi

E c'è un EBOOK gratuito per te
close-link