SELEZIONA LE STELLE , E DA' IL TUO VOTO !

Ami la MONTAGNA?

Entra anche tu nel CLUB!
Novità e contenuti esclusivi

E la Guida "CIASPOLE" riservata!

Pericolo VALANGHE

Camminare in Montagna in Inverno ha un sacco di lati positivi.

Aria tersa, cielo limpido, panorami strepitosi a vista d’occhio.

Potrai salire in vetta con gli sci d’alpinismo, ma anche con le Ciaspole.

Ma la neve nasconde qualche rischio.

Uno su tutti: le Valanghe.

Cercheremo di conoscere meglio la dannata Valanga.

Perché un pericolo previsto, è evitato a metà.

Lo vedremo passo-passo analizzando in 5 Punti:

  1. Cos’è una Valanga

  2. Scala del Pericolo Valanga

  3. I 5 problemi tipici

  4. Dove informarsi

  5. Come comportarsi

#1

COS’È UNA VALANGA

Chiariamo innanzitutto cosa si intende per Valanga.

La valanga (anche detta slavina) è un fenomeno che si verifica quando una massa di neve o ghiaccio improvvisamente si mette in moto su un pendio, precipitando verso valle a causa della rottura della condizione di equilibrio presente all’interno del manto nevoso, per effetto di uno stress interno che porta al raggiungimento del carico di rottura, ovvero quando la forza di gravità che agisce sul pendio innevato supera le forze di coesione del manto nevoso che agiscono in senso opposto. (Fonte Wikipedia)

Viene definita valanga quando la massa nevosa supera i 100 mc, e una lunghezza maggiore di 50 metri.

Sappi che esistono ben 10 tipologie di valanga

  1. Valanga di fondo
  2. Valanga di fondovalle
  3. Valanga di neve a debole coesione
  4. Valanga di neve a lastroni
  5. Valanga di neve bagnata
  6. Valanga di superficie
  7. Valanga nubiforme
  8. Valanga per scivolamento di neve
  9. Valanga radente
  10. Valanga di ghiaccio
Pericolo Valanga
#2

SCALA DEL PERICOLO VALANGHE

Per definire il pericolo di valanga viene analizzato

  1. la stabilità del manto nevoso
  2. la probabilità di distacco

Il controllo è basato su rilievi giornalieri, settimanali e quindicinali.

A cura delle stazioni forestali ed alpine.

A seguito del quale si procede alla classificazione del pericolo, con riferimento alla Scala Europea del Pericolo Valanghe.

La scala del pericolo valanga è composta da 5 scalini

  1. Debole
  2. Moderato
  3. Marcato
  4. Forte
  5. Molto Forte

Scala Pericolo Valanghe: 1 Debole

Stabilità del manto nevoso

Il manto nevoso è in generale ben consolidato e stabile.

Probabilità di distacco

Il distacco è generalmente possibile solo con forte sovraccarico su pochissimi punti sul terreno ripido estremo. Sono possibili solo piccole e medie valanghe spontanee.

Scala Pericolo Valanghe: 2 Moderato

Stabilità del manto nevoso

Il manto nevoso è solo moderatamente consolidato su alcuni pendii ripidi, altrimenti è generalmente ben consolidato.

Probabilità di distacco

Il distacco è possibile principalmente con un forte sovraccarico, soprattutto sui pendii ripidi indicati. Non sono da aspettarsi valanghe spontanee molto grandi.

Scala Pericolo Valanghe: 3 Marcato

Stabilità del manto nevoso

Il manto nevoso presenta un consolidamento da moderato a debole su molti pendii ripidi.

Probabilità di distacco

Il distacco è possibile già con un debole sovraccarico soprattutto sui pendii ripidi indicati. Talvolta sono possibili alcune valanghe spontanee di grandi dimensioni e, in singoli casi, anche molto grandi.

Scala Pericolo Valanghe: 4 Forte

Stabilità del manto nevoso

Il manto nevoso è debolmente consolidato sulla maggior parte dei pendii ripidi.

Probabilità di distacco

Il distacco è probabile già con un debole sovraccarico su molti pendii ripidi. Talvolta sono da aspettarsi numerose valanghe spontanee di grandi dimensioni e spesso anche molto grandi.

Scala Pericolo Valanghe: 4 Forte

Stabilità del manto nevoso

Il manto nevoso è in generale debolmente consolidato e per lo più instabile.

Probabilità di distacco

Sono da aspettarsi numerose valanghe spontanee molto grandi e spesso anche valanghe di dimensioni estreme, anche su terreno moderatamente ripido.

#3

PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI

Devi sapere che la valutazione del rischio valanga viene definita sulla base di TRE PARAMETRI

  1. Grado di Pericolo
  2. Luogo pericoloso (inclinazione e quota)
  3. Scenario/Situazione (Problemi tipici)

I PROBLEMI TIPICI VALANGHIVI , che fanno parte del 3° parametro, sono 5 ovvero

  1. Neve fresca

  2. Neve ventata

  3. Strati deboli persistenti

  4. Neve bagnata

  5. Valanghe di slittamento

Per ogni problema vengono fornite 5 Risposte

  1. Cosa
  2. Dove
  3. Perché
  4. Quando
  5. Come gestire il problema

E’ sicuramente utilissimo conoscere le 5 risposte!

Sei del CLUB?

Inserisci la password riservata, e scarica subito la “GUIDA AI PTV”  FREE !

#4

DOVE INFORMARSI

Prima di organizzare un’uscita sulla neve è “veramente cosa buona e giusta” informarsi per bene.

Per conoscere lo stato del manto nevoso, le previsioni ed il rischio previsto.

Lo puoi fare leggendo tutte le info che ti servono su due portali principali

  1. METEOMONT

  2. EAWS

METEOMONT

E’ il Servizio Nazionale di Previsione Neve e Valanghe curato dall’Arma dei Carabinieri.

Puoi trovare un sacco di informazioni come

  • Previsioni pericolo neve e valanghe
  • Nevicate in atto
  • Consigli Utili

METEOMONT mette a disposizione anche un’utile APP gratuita per smartphone.

Ecco il link al sito istituzionale:

http://www.meteomont.gov.it/infoMeteo/index.do

meteomont

EAWS

L’European Avalanche Warning Center (Servizio Europeo Allerta Valanghe) offre moltissime informazioni utili.

Molte informazioni generali sulle valanghe.

Ma anche la possibilità di visionare le stazioni Meteo dislocate sull’Arco Alpino.

Ecco il Link.

http://www.avalanches.org/eaws/en/main.php

European Avalanche Warning Center
#5

COME COMPORTARSI

Se hai intenzione di uscire per un’escursione su terreno innevato a piedi, con gli sci d’alpinismo o con le ciaspole è bene seguire delle buone regole.

Vediamole assieme.

  1. Informati bene prima di partire, leggendo in particolare il bollettino meteonivologico (Meteomont)
  2. Scegli il percorso in base alla tua preparazione ed al tuo grado di allenamento. La neve richiede maggior impegno fisico e dispendio energetico. E’ importante non voler strafare.
  3. Valuta bene il tracciato in particolare pendenza del terreno, temperature e precipitazioni previste,
  4. Utilizza abbigliamento adeguato e soprattutto attrezzatura di emergenza (ARVA, pala e sonda, radio..)
  5. Se vedi che il percorso è troppo impegnativo o pericoloso…lascia perdere e ritorna indietro. Non è sempre facile rinunciare, ma un bravo “montanaro” deve saper rinunciare.
  6. Procedi lungo le creste e le dorsali evitando zone sottovento, attraversamenti di pendii
  7. Fatti accompagnare da persone competenti, con forte esperienza in escursioni sula neve
scala del pericolo valanghe
++

CONCLUSIONI

Hai ora un sacco di informazioni.

Per organizzare al meglio la tua prossima uscita sulla neve.

Come hai potuto capire il rischio “ZERO” non esiste.

Quindi massima prudenza!

Se desideri rimanere informato, sappi che puoi entra anche tu nel CLUB  Sentieri Montagna.

Ti avviserò all’uscita di un nuovo articolo, ma ci saranno anche molte novità riservate agli iscritti.

Sarà un piacere poter discutere assieme su una nostra passione: la Montagna!

Ma anche delle sue 1000 sfaccettature. 🙂

Ovviamente l’iscrizione è gratis e sicura!

Ora tocca a te!

  • Ti è stato utile ?

  • Che accorgimenti utilizzi durante le tue escursioni sulla neve?

  • Cosa ti piacerebbe imparare?

Fammi sapere cosa ne pensi.

Ma anche un semplice saluto. 🙂

Lasciando un TUO COMMENTO qui sotto.

E se lo merita, condividilo sui Social o tramite Mail.

Cliccando sulle icone che trovi qui sotto. Semplice !