SELEZIONA LE STELLE , E DA' IL TUO VOTO !

Anche tu nel CLUB ?

Novità e contenuti in anteprima.

E la Guida "CIASPOLE" riservata!

Conoscere ed evitare la vipera in montagna

Come riconoscere, evitare e curare il morso di vipera in Montagna.

MORSO DI VIPERA IN MONTAGNA

Se la conosci, la puoi evitare!

Se sei un’ appassionato di montagna, ed ami percorrere i suoi sentieri, dovrai tenerlo presente.

Ed in modo particolare se lo fai assieme ai tuoi bambini.

Devi essere consapevole che l’incontro con una vipera in Montagna è possibile, per questo è importante avere le giuste conoscenze.

Per la tua incolumità, e di chi ti cammina a fianco.

Scopriremo così la tanto temuta vipera, imparando :

  • Cos’è e come riconoscere una vipera

  • Come evitarla

  • Cosa fare se ti morde

V

COS’E’ UNA VIPERA ?

La vipera, come probabilmente saprai, è un rettile, come i serpenti, ma con la non trascurabile differenza che il suo morso è velenoso.

Il veleno infatti, presente nella ghiandola collegata ai denti, può avere effetti più o meni gravi agendo sui tessuti, sulla coagulazione del sangue o sul sistema nervoso del soggetto morso.

E’ importante quindi saper riconoscerla, per distinguerla da un innocuo serpente.

A differenza di quello che magari credi, riconoscere una vipera è molto semplice.

Dovrai infatti verificare la presenza di alcune caratteristiche tipiche, ovvero:

  • Pupille verticali, come un gatto 
    • non quindi una pupilla tonda, tipica degli altri serpenti, come ad esempio una biscia
  • Testa piatta triangolare 
    • a differenza dei serpenti la cui testa ha una forma più arrotondata
  • Zigrinatura sopra la schiena a zig-zag
  • Codino finale
    • la coda, nella parte finale si restringe in un breve tratto per terminare con un codino finale
  • Lunghezza massima cm 70- 75 circa
  • Denti del veleno

Sono principalmente 4 le specie di rettili appartenenti alla famiglia dei viepridi, presenti in Italia, ovvero:

  1. Vipera aspis (maggiormente diffusa)
  2. Vipera berus (la famosa vipera dal corno)
  3. Vipera ammodytes
  4. Vipera ursinii

Ora sai come distinguere una vipera.

Guarda l’immagine del rettile all’inizio di questo articolo: sono sicuro saprai dire con certezza se si tratta di una vipera o no!

Morso di Vipera
C

COME EVITARE LA VIPERA ?

Se segui alcuni semplici consigli, hai ottime possibilità di non trovarti a  tu per tu con una vipera, e cosa importante, a non essere morso.

La vipera, come tutti i rettili, devono per necessità passare molte ore al sole, è il loro ambiente preferito.

Poni quindi sempre molta  attenzione, lungo i sentieri, nei luoghi ben soleggiati, caldi e sassosi.

Cerca inoltre di seguire queste indicazioni, alle volte sembrano banali ma… :

  • Guardati attorno mentre cammini
    • la vipera ama si il sole, ma non è detto che non sia ogni tanto all’ombra !
  • Non mettere le mani in zone improprie e rischiose , ad esempio mentre raccogli delle fragoline lungo il percorso, o un fiore nei pressi di un bel masso
  • Fai un po’ di rumore mentre cammini, con gli scarponi o con le racchette da nordic walking
    • la vipera sente benissimo le vibrazioni sul terreno, anche a lunga distanza. Se ne andrà prima del tuo arrivo.
  • Non sederti su pendii ben soleggiati e pietrosi, senza verificare la presenza di vipere al sole
  • La vipera non attacca mai…dicono…beh non sempre, quindi non sfidare la fortuna ma arretra, allontanandoti lentamente, poi a gambe levate!
  • Utilizzare un abbigliamento adatto alla Montagna
M

E SE TI MORDE UN VIPERA ?

Nel caso si venga morsi da una vipera è importante seguire alcune semplici indicazioni.

Come consiglia chiaramente di fare anche il Centro Antiveleni di Pavia, fra i più importanti in Italia.

Ricordati, anche per questo, di portare sempre con te nello zaino, un Kit di Pronto Soccorso.

Ecco cosa bisogna FARE:

  • mantenere la calma, tranquillizzare la vittima e tenerla a riposo
  • se possibile lavare la ferita con acqua, evitando disinfettanti in particolar modo se contengono alcol
  • applicare  un bendaggio linfostatico, a spina di pesce
    • esso infatti riduce o interrompe il flusso di linfa attraverso il corpo, e quindi anche del veleno
    • arto inferiore
      • bendaggio con benda da 7/10 cm partendo dal ginocchio fino al piede per ritornare poi di nuovo, verso l’alto fino alla coscia
    • arto superiore
      • bendaggio con benda da 7 cm partendo dal gomito fino alla mano per ritornare poi di nuovo, verso l’alto fino alla spalla
  • limitare i movimenti, immobilizzare l’arto con una stecca
  • nel caso di un morso a collo o testa applicare un tampone rigido fissandolo e comprimendolo con del cerotto adesivo
  • togliere subito eventuali anelli, bracciali orologi
    • risulterebbe difficoltosa farlo successivamente in caso di gonfiore
  • è possibile applicare del ghiaccio purché non a contatto diretto con la ferita (interporre una garza)
  • trasportare il prima possibile il soggetto presso il Pronto Soccorso più vicino !
  • In caso di luogo impervio allertare il 118

Ed in vece cosa NON FARE:

  • non applicare un laccio emostatico
    • non bloccherebbe in ogni caso il flusso linfatico, principale responsabile della diffusione del veleno
  • non tagliare la ferita o tentare di succhiare il veleno
  • non utilizzare il siero antivipera (lo farà eventualmente il Pronto soccorso)
    • è alto infatti il rischio di schok anafilattico ovvero una grave reazione allergica al siero, spesso molto più pericoloso del veleno stesso
  • non somministrare bevande alcoliche

Ora sai come riconoscere, evitare ed eventualmente fare in caso tu sia morso da una vipera.

Cerca ovviamene di concentrarti sulle prime due!

Puoi CONDIVIDERE queste informazioni con chi conosci: potrebbero essergli utili!

Basta cliccare sull’icona social che preferisci, alla fine di questo articolo. Semplice.

Esplorare responsabilmente la montagna, eviterà molti pericoli, a te ma soprattutto a chi cammina al tuo fianco.

Fa tesoro delle informazioni contenute in questo articolo e potrai godere di entusiasmanti momenti in mezzo alla natura.

Buon cammino !

Gravidanza in Montagna