Ami la MONTAGNA?

Entra anche tu nel CLUB!
Novità e contenuti esclusivi

E la Guida "CAMMINARE IN MONTAGNA" riservata!

MONTE CHIESA ASIAGO

Alla scoperta di un’ estesa ed organizzata sistemazione difensiva.

Realizzata dagli austriaci durante il conflitto del 1915-1918.

Imponenti fortificazioni in caverna, e trinceramenti sapientemente ramificati.

Realizzati dal 17° reggimento sloveno di Lubiana.

Tali da rendere, quota 2.061, inespugnabile dalle truppe italiane.

Se non addirittura inataccabile

Questo era il MONTE CHIESA!

CARATTERISTICHE

I

ESCURSIONE MONTE CHIESA ASIAGO

Il percorso inizia, presso “Piazza delle Saline”, a quota 1.712 metri.

Percorrerai il sentiero CAI 839, in una delle zone più belle dell’Altopiano di Asiago (VI).

Nel bel mezzo della zona del conflitto, durante la Prima Guerra Mondiale.

Percorrerai anche tratti della Kronprinz Otto Strasse.

La strada bianca militare che collegava il Monte Chiesa alla Kaiser Karl Strasse.

Ed ai principali centri logistici di

E se sei fortunato, incontrerai qualche furba marmotta. 🙂

sentiero monte chiesa asiago
I

INIZIO

Il punto di partenza è raggiungibile in auto partendo da Gallio (VI).

Il percorso a piedi inizia esattamente nell’incrocio fra la strada bianca che sale da Malga Fiara ed il tratto verso ex Malga Moline e Piazzale Lozze.

escursione monte chiesa asiago

Selletta Caviglia

Il primo tratto percorre la strada bianca che ti porta verso selletta Caviglia (1.765 m).

Un piccolo valico dedicato al Generale Enrico Caviglia, comandante della 29a divisione di fanteria.

Durante la battaglia dell’Ortigara.

Selletta Caviglia

Conca di Malga Pozze

Da Selletta Caviglia hai due possibilità.

PERCORSO A

Proseguire lungo la strada militare, aggirando il Monte Forno.

Per prendere quindi sempre il sentiero CAI 839 verso Malga Pozze.

PERCORSO B

Abbandonare la strada militare, svoltando a destra seguendo il sentiero CAI 839.

Con direzione Baito Cuvolin.

Più avanti , proprio in prossimità dei resti della sistemazione tattico-logistica della “Conca di Malga Pozze” i due percorsi alternativi si uniscono nuovamente.

conca di malga pozze

Seguendo il fondo valle, circondato su entrambi i lati da boschi di conifera, il sentiero inizia ora a salire.

Aumenta decisamente la pendenza, lungo un sentiero che ora prosegue con un susseguirsi di tornati.

Se ti volti, in lontananza, ecco il Monte Forno ma anche la cima Corno di Campo Bianco.

Il sentiero, a quota 2.000 metri,  sbuca nella strada militare Erzherzog Eugen Strasse.

La ramificata rete stradale che congiungeva molti dei punti strategici nella zona del conflitto.

monte chiesa altopiano asiago

MONTE CHIESA – ALTOPIANO ASIAGO

La segnaletica indica chiaramente di svoltare a destra.

Per raggiungere la cima del Monte Chiesa, percorrendo la Kronprinz Otto Strasse.

Seguendo invece, a sinistra, il percorso principale è possibile raggiungere

  • Monte Campigoletti
  • Monte Ortigara
  • Cima XII
  • Bivio Italia
monte chiesa asiago: baraccamenti

In 15 minuti circa raggiungerai la quota più alta del Monte Chiesa.

Sono evidenti i resti dei numerosi baraccamenti e ricoveri in caverna.

Ma anche le trincee scavate nella roccia viva, e l’imponente sistema di gallerie e postazioni in caverna del Thurmau Tunnel.

Intitolato al comandante del 17° reggimento, il colonnello Hugo Ventour von Thurmau.

monte chiesa asiago sentiero cai

Sul Monte Chiesa transitava anche la teleferica T26.

Proveniente dalla “Busa del Cavallo” e diretta verso il Monte Campigoletti.

monte chiesa asiago panorama

Dal punto più alto del Monte Chiesa il panorama e molto interessante.

Di fronte a te il campo di battaglia.

Con tutte le principali vette:

  • Monte Campigoletti
  • Monte Ortigara
  • Cima Caldiera
  • Monte Lozze

Ma anche splendide cime in lontananza

  • Cima d’Asta
  • Punta Penia (Marmolada)

RITORNO

Se parti di buon mattino, e le tue gambe te lo permettono, potresti proseguire il tuo cammino.

Per raggiungere altri posti di elevato interesse storico-paesaggistico.

Hai l’imbarazzo della scelta ma devi valutare attentamente

  1. tempi (tramonto del sole)
  2. meteo
  3. forze fisiche

Il percorso di ritorno è invece lo stesso dell’andata.

Percorso in senso inverso.

All’andata ti avevo indicato, nel primo tratto, due alternative (percorso A e B).

Ti CONSIGLIO di percorre il percorso A per l’andata e il  percorso B per il ritorno.

I

INFO SENTIERO

INIZIO DELL’ITINERARIO

Piazza delle Saline ( 1.712 m)

ARRIVO DELL’ITINERARIO

Piazza delle Saline ( 1.712 m)

PARCHEGGIO

Lungo il ciglio della strada a sinistra nel punto di partenza.

COME ARRIVARE

Attenzione: il percorso prevede un tratto non asfaltato!
Da Gallio prendi la strada asfaltata che porta verso il comprensorio sciistico Melette.
Raggiungerai, dopo 8,5 Km e 15′ circa la Malga Campomuletto.
Qui inizia il tratto di strada bianca, lungo 5,8 Km, che percorrerai in 20′.
Procedi con cautela perché alcuni tratti, soprattutto dopo qualche acquazzone, presentano buche profonde,
Troverai quindi il secondo tratto di strada asfaltata,  che ti porterà in 5′ fino al bivio “Monte Cucco di Moline”.

Da qui, svoltando a sinistra, lungo un tratto in salita e un po’ scosceso, raggiungerai “Piazza delle Saline”.
Punto di partenza del sentiero.

Riassumendo quindi, partendo da Gallio, impiegherai:

  • 45′ complessivi
  • per percorrere 17,5 Km
S

SCHEDA ESCURSIONE

Sei del CLUB?

Inserisci la password riservata, e scarica subito la “SCHEDA ESCURSIONE”  FREE !

Da portare con te durante l’escursione.

Non sei uno di noi?

Iscriviti subito, ed Entra nel Club! 😉

Riceverai la password riservata ai Membri.

C

CONCLUSIONE

Potresti scoprire altri entusiasmanti sentieri sull’Altopiano di Asiago.

Esplora la cartina, scegli il tuo obiettivo, punta il dito.

Inizia l’avventura! 🙂

BUON TREKKING !