Ami la MONTAGNA?

Entra anche tu nel CLUB!
Novità e contenuti esclusivi

E la Guida "CAMMINARE IN MONTAGNA" riservata!

CAMPO GALLINA

Verso Campo Gallina, con le Ciaspole.

Alla scoperta di una delle più importanti basi logistiche austro-ungariche.

Durante la Strafexpedition, l’offensiva militare avvenuta nella primavera del 1916.

Per raggiungere anche Selletta Mecenseffy, punto panoramico molto interessante.

CARATTERISTICHE

I

INTRO

Siamo nell’Altopiano di Asiago.

L’Altopiano dei 7 Comuni, in provincia d Vicenza.

Il percorso inizia presso Malga Larici di Sotto, a 1.611 metri di altitudine.

Lungo la strada asfaltata che sale verso Cima Larici e Val Formica.

Malga Larici
I

ITINERARIO

Partendo da Malga Larici di Sotto, il sentiero percorre la Erzherzog Eugen Strasse.

L’ estesa rete stradale militare, realizzata in poco più di un anno dall’esercito austro-ungarico.

Durante la Prima Guerra Mondiale.

Durante il periodo invernale è spesso ricoperta di neve.

Ti consiglio di portare sempre con te quindi le Ciaspole.

Ma anche i Ramponcini da neve.

Per percorrere i tratti particolarmente ghiacciati.

Sopra di te, la presenza dell’imponente Cima Portule ti accompagnerà per gran parte del percorso.

Cima Portule invernale

Se parti di buon mattino, e l’aria è particolarmente limpida, potrai godere della vista di alcune delle cime dell’Altopiano dei 7 Comuni.

Come il Monte Verena, Cima Mandriolo.

Ma anche le Dolomiti di Brenta in lontananza.

Monte Verena visto da Cima Portule

BOCCHETTA PORTULE

Raggiungerai dopo 6 Km circa, percorsi in 1h e 50’ Bocchetta Portule (1.937 m).

Il valico che separa la Val d’Assa dalla Val di Portule.

Bocchetta Portule rappresentava un’imponente postazione in galleria.

Punto protetto per l’artiglieria pesante ma anche passaggio della teleferica.

Utilizzata per i rifornimenti logistici delle truppe.

Bocchetta Portule ciaspole

MONUMENTI DI CAMPO GALLINA

Da Bocchetta Portule, lasciando il sentiero CAI 826, la strada inizia a scendere di quota.

Alla tua sinistra le deviazione per seguire il sentiero CAI 826 verso la vetta di Cima Portule.

Davanti a te spicca l’Arsenale con i suoi 2.028 m.

Ma se sposti lo sguardo a sinistra ecco anche il Monte Colombarone (2.097 m) e il Corno di Campo Verde (2.129 m)

Corno di Campo Verde

Dopo 30 minuti, per percorrere 2 Km, raggiungerai la zona denominata “Monumenti” ( 1.787 m)

Con un dislivello quindi di 150 metri.

Punto di intersezione con il sentiero CAI 830, che sale da Malga Galmarara.

Ti troverai di fronte il monumento dedicato all’Arciduca Eugenio d’Asburgo.

Importante generale austriaco, che operò nella zona di Campo Gallina.

Monumenti Campo Gallina

CAMPO GALLINA

Dai Monumenti il percorso riprende a salire, percorrendo sempre la Erzherzog Eugen Strasse

Fino a raggiungere Campo Gallina (1.855 m).

Un’ampia conca, protetta dalle vette circostanti, rappresentò un’efficiente base logistica militare realizzata in quota.

Essa comprendeva

  • Ricoveri per l’ampio parco auto, utilizzate per percorrere l’estesa rete stradale Erzherzog Eugen Strasse
  • Un attrezzato ospedale da campo
  • Baracche e depositi
  • Teleferiche per il rifornimento al fronte
  • Forni per la produzione del pane
  • Prese per il rifornimento idrico
  • Una chiesetta
  • Il cimitero
Campo Gallina Ciaspole

Un vera e propria cittadella realizzata fra i monti, sede anche del comando della 6a divisione austro-ungarica.

Affidata alla guida del generale Arthur Edler von Mecenseffy, deceduto proprio a Campo Gallina, a causa di una granata italiana.

Mentre percorreva in auto la Erzherzog Eugen Strasse.

Noterai anche il Baito Campo Gallina, utile come appoggio in caso di necessità.

Baito Campo Gallina

SELLETTA MECENSEFFY

Lasciata la conca di Campo Gallina il percorso riprende a salire decisamente di quota.

Per raggiungere Selletta Mecenseffy (2.055 m).

Selletta Mecenseffy

In questo punto il panorama si apre decisamente.

Potrai ammirare in senso orario

  • Monte Trentin (2.325 m)
  • Cima XII (2.338 m)
  • Le Pale di S. Martino in lontananza
  • Monte Ortigara (2.106 m)
  • Cima della Caldiera (2.124 m)

Fermati, sorseggia qualcosa e goditi il panorama!

Selletta Mecensaffy: panorama

BIVIO ITALIA

Se il sole è ancora alto, e le tue forze te lo permettono, puoi raggiungere Bivio Italia (1.987 m).

Allungando di circa 1 ora la lunghezza della tua escursione!

Preparati quindi per il rientro, ripercorrendo a ritroso il percorso dell’andata.

Arriverai molto probabilmente stanco.

Ma con un bagaglio storico-naturalistico non indifferente.

I

INFO SENTIERO CIASPOLE

INIZIO DELL’ITINERARIO
Malga Larici di Sotto ( quota 1.611 m)

ARRIVO DELL’ITINERARIO
Malga Larici di Sotto ( quota 1.611 m)

PARCHEGGIO
Nello spiazzo-parcheggio di fianco alla Malga. O lungo il ciglio della strada

COME ARRIVARE
Da Asiago in direzione Camporovere lungo la SP 349 che percorre la Val d’Assa fino a Passo Vezzena.
Oltrepassata l’Osteria “Al Ghertele” , subito dopo una semi-curva, la deviazione a destra verso Cima Larici.
Dopo 6 Km in salita raggiungerai il luogo di partenza del sentiero.

Riassumendo quindi, partendo da Asiago, impiegherai:

  • 25′ complessivi
  • per percorrere 14 Km
S

SCHEDA ESCURSIONE CIASPOLE

Sei del CLUB?

Inserisci la password riservata, e scarica subito la “SCHEDA ESCURSIONE CIASPOLE”  FREE !

Da portare con te durante l’escursione.

Non sei uno di noi?

Iscriviti subito, ed Entra nel Club! 😉

Riceverai la password riservata ai Membri.

C

CONCLUSIONE

Potresti scoprire altri entusiasmanti sentieri sull’Altopiano di Asiago.

Esplora la cartina, scegli il tuo obiettivo, punta il dito.

Inizia l’avventura!

Ora tocca a te!

Sei mai stato/a a Campo Gallina?

Hai già fatto qualche sentiero con le Ciaspole, nell’Altopiano di Asiago?

Quale ti piacerebbe fare?

Lascia un tuo COMMENTO!