Ami la MONTAGNA?

Entra anche tu nel CLUB!
Novità e contenuti esclusivi

E la Guida "CAMMINARE IN MONTAGNA" riservata!
L'iscrizione è Gratuita e Sicura !

MONTE FIOR

Alla scoperta di alcune fra le più strategiche cime dell’Altopiano di Asiago (VI).

Durante il conflitto bellico del 1915-18.

Percorrerai il sentiero CAI 861 per raggiungere Monte Fior, Monte Spil e Monte Castelgomberto.

Un territorio con segni evidenti ovunque.

A testimonianza dei duri scontri durante il combattimento.

Ma potrai godere anche di un bellissimo terrazzo panoramico.

CARATTERISTICHE

I

INTRO

Siamo nell’Altopiano di Asiago (VI).

Il percorso inizia a 6 km circa dal centro di Gallio.

Lungo la strada che porta verso il vicino comune di Foza.

In una stretta curva, la tabella sulla sinistra indica l‘inizio del percorso.

sentiero monte fior
I

ITINERARIO

Il sentiero percorre in salita la Val Miela.

Una valle avvolta da boschi di Abete e Faggio.

Fino a sbucare nei pascoli di di Malga Slapeur ( 1.625 m).

Con un dislivello di 625 metri in 4 Km circa.

ATTENZIONE: dopo il forte vento durante la fine del 2018 moltissimi alberi, lungo la Val Miela, son stati abbattuti. Il passaggio è difficilissimo e rischioso. Puoi nel frattempo iniziare il sentiero, in alternativa, partendo dalla località “Campomuletto” con direzione Malga Slapeur.
malga slapeur

MONTE CASTELGOMBERTO

Da Malga Slapeur si sale lungo il pascolo, per percorrere in senso orario il sentiero.

Ma puoi scegliere di percorrere il sentiero ad anello in senso antiorario.

Dopo tratti misti pascolo/bosco raggiungerai, in 25’ circa, Selletta Stringa (1.731 m)

Incontrerai la lapide in memoria di Guido Brunner, sottotenente di cavalleria del 152° Reggimento di fanteria della Brigata Sassari.

Medaglia d’oro al valor militare.

selletta stringa

Qui il percorso devia a sinistra, risalendo brevemente il colle, fino a raggiungere la sommità del Monte Castelgomberto ( 1771 m).

L’imponente croce in marmo rosso Asiago, dedicata al Generale Euclide Turba, rende questo luogo facilmente riconoscibile.

Monte Castelgomberto

Da questo punto puoi ammirare alcune fra le più belle cime dell’Altopiano di Asiago come:

  • Cima Dodici
  • Cima Portule
  • Monte Ortigara
  • Cima della Caldiera

MONTE FIOR

Ripercorrerai nuovamente, in senso contrario, lo stesso sentiero fino a raggiungere nuovamente Selletta Stringa.

Da qui, svoltando a sinistra inizia la salita verso il Monte Fior (1824 m).

Raggiungere la vetta del Monte Fior ha un sapore particolare.

Se avrai modo di approfondire gli eventi di quel periodo, capirai molto bene l’importanza di questo luogo.

Lo capirai subito anche dalla fitta rete di trincee scavate sulla roccia, con forma “a greca”.

Ti consiglio qualche buona lettura come lo splendido “Una anno sull’Altipiano“, di Emilio Lussu.

Ma ora, in tempo di pace, potrai godere anche dello spettacolare panorama a 360°.

Se parti di buon mattino, e la giornata è particolarmente limpida, potrai ammirare

  • La Marmolada (3.343 m)
  • Le Pale di San Martino (2.982 m)
  • Le Vette Feltrine (2.334 m)
  • Col Nudo (2.472 m)
  • La Pianura Padana
  • Venezia in lontananza
  • Il Monte Pasubio (2.232 m)

Solo per farti alcuni esempi.

Monte Fior: panorama

MONTE SPIL

Da qui il sentiero inizia a scendere di quota.

Raggiungerai prima il vicinissimo Monte Spil (1808 m) ben indicato dal cippo eretto in memoria del capitano Titta Màdia.

Monte Spil

Imboccando una strada sterrata verso la sottostante Casara di Montagna Nuova non potrai non notare, alla tua sinistra il massiccio del Monte Grappa (1.775 m).

Monte Fior: vista Monte Grappa

CITTÀ’ DI ROCCIA

Giunto a Casara di Montagna Nuova riprende il sentiero a destra, in direzione ovest.

Un ultimo sguardo alla tua sinistra verso la piana d Asiago

Il percorso percorre idealmente ora i piedi del Monte Fior, attraversando un altra interessante attrazione naturale: la Città di Roccia

Rocce affioranti dal terreno, forgiate dal vento e dalla pioggia.

Da non perdere.

Raggiungerai nuovamente Malga Slapeur chiudendo quindi il percorso ad anello.

Da questo punto ripercorrerai in discesa la Val Miela.

Fino a raggiungere nuovamente il punto di inizio e fine del sentiero CAI 861 (quota 999 m).

I

INFO SENTIERO

INIZIO DELL’ITINERARIO
Strada Gallio/Foza ( quota 999 m)

ARRIVO DELL’ITINERARIO
Strada Gallio/Foza ( quota 999 m)

PARCHEGGIO
Nello spiazzo, a fianco della strada, proprio nei pressi del punto di partenza.

COME ARRIVARE
Da Gallio (VI) in direzione Foza.
Dopo 6 km circa, in concomitanza di una curva a gomito, sulla sinistra i piccolo piazzale con la tabella indicante l’inizio del sentiero CAI 861.

S

SCHEDA SENTIERO

Sei del CLUB?

Inserisci la password riservata, e scarica subito la “SCHEDA SENTIERO”  FREE !

Da portare con te durate l’escursione.

Non sei uno di noi?

Iscriviti subito, ed Entra nel Club! 😉

Riceverai la password riservata ai Membri.

C

CONCLUSIONE

Potresti scoprire altri entusiasmanti sentieri sull’Altopiano di Asiago.

Esplora la cartina, scegli il tuo obiettivo, punta il dito.

Inizia l’avventura!

Ora tocca a te!

Hai già fatto qualche sentiero nell’Altopiano di Asiago?

Quale ti piacerebbe fare?

Qualche dubbio?

Lascia un tuo COMMENTO!